18 dicembre 2007

Eletrocjadene di Nadâl

Il zugut des fiestis
Nol è Nadâl cence il zugut di auguris di Nadâl, e cussì chei simpaticons dal blog Corona's a àn inmaneât une cjadene di Sant Antoni... Joi ce biel! Ve chi lis mês rispuestis:

Trê adietîfs par descrivi il to blog:
Furlan, sticeboris, rispietôs (de grafie de lenghe furlane)

Trops blogarins âstu cognossût di persone?
1, 2, 3, 4, 5 ... parcè metisi un limit?

Cuâl blogarin varessistu gust di cognossi di persone?
La domande valie dome pai blogarins o ancje pes blogarinis? ;-) Però stant che no si rispuint mai a une domande cuntune altre domande... Ma thermonuke dulà isal finît? ;-)

Cuâl isal il prin blog che tu leis a buinore?
Ma al è clâr: chel chi, ve! ;-)

Fasaressistu fieste se al sieràs cuâl blog?
Nissun: libertât di espression par ducj!

Fâs talent scout: segnale un zovin blogarin-promesse.
Trentespagnolets: lait a viodi... al è "sul prin dâ sù", ma al è propit simpatic e al fasarà strade... magari al scrivarà ancje un libri ;-)

Fat.
E cumò o passi l'Elettrocjadenefurlane a la blogarine furlane in Egjit la Chiara, a Simone e a Renzo

7 commenti:

Furlans de diaspore ha detto...

Ma Thermo no vevial di taca' un Blog ?

Jo o stoi ancjemo' spietant :-)

thermonuke ha detto...

O veis reson!
O soi un pucefadie, cul 2008 e viodin alc. Promitut!

ILfurlanist ha detto...

thermo sul blog? mi prenoti come troll ;-D

il rompiscatole ha detto...

Sono fuori tema con il post ma ho ricevuto il giornalino Majano Informa nel quale ha attirato la mia attenzione lo strampalato saluto del nostro sindaco. Mi riferisco in particolare al passaggio “Mi rendo conto che non via sia spesso facile comprendere la turbolenza politica e gli sfoghi di consiglieri, forze partitiche o saccenti che vivono a Majano, che con una certa frequenza la stampa locale amplifica relativamente a diversi punti di vista. Dispiace vi siano critiche su tutto quanto facciamo, che fa credere a qualcuno che nella nostra comunità l’arte più praticata sia il discredito”. Mi sembra evidente che il bersaglio principale sia facilmente identificabile in Christian Romanini accomunato a quanti si permettono di criticarlo sui giornali. Giudico di cattivo gusto che proprio il primo cittadino approfitti di un messaggio natalizio che dovrebbe significare pace, tolleranza, fratellanza, e via dicendo per lanciare strali di guerra e mi chiedo se quanto scritto rappresenti il suo pensiero oppure quello dell’intera maggioranza. Ho comunque la sensazione che si tratti di una chiara provocazione per farti dimettere da consigliere. Inoltre mi dicono che, in apertura del consiglio di ieri sera, Zonta abbia giustificato le assenze della Iesse (certificato medico !) e di Casciano (precedenti impegni !) ma non la tua. Considerato che la Iesse, a seguito del cambio di casacca, è stata sfiduciata dagli ex candidati della lista La Nuova Majano ed invitata a dimettersi, che Casciano, di fresco recuperato e nominato capogruppo, era impegnato e la tua assenza (polemica ?), prevedo ulteriori sommovimenti all’interno della civica assemblea. E’ una legislatura nata male e che procede peggio per cui sono sempre del parere che fareste un favore al Paese se rassegnaste tutti le dimissioni per ritornare di fronte agli elettori in concomitanza con le consultazioni regionali e provinciali. Il 2011 è troppo lontano. Auguro a te e famiglia nonchè a tutti i lettori del blog un sereno Natale ed un Felice Anno Nuovo.

furio la furia ha detto...

Anche se tornassimo a votare vincerebbero sempre quelli, mettiti il cuore in pace! In ogni caso non sono i singoli il problema, è il modo di fare che rimane sempre quello.
Penso.

Christian Romanini ha detto...

Cause motîfs di nature personâl dal ultin moment no ai rivât a jessi presint al consei di îr di sere e no ai rivât a visâ par timp: mi scusi cui citadins se no ai rispietât il dovê de presince.
Il rest no intint comentâlu ancje parcè che se o ves di fâ un atac a cualchidun no lu fasarès ni sul gjornalut dal comun paiât di ducj i citadins ni in maniere gjeneriche, ma o fasarès nons e cognons.

Christian Romanini ha detto...

Mi soi tornât a lei cun calme il notiziari comunâl: mi soi fermât sul prin intervent...
O ai cjatade une peraule che no ai capît.
Mi soi dit: "Christian, tu sês un tic roc e forsit ti covente un dizionari de lenghe taliane: tu fevelis simpri par furlan e forsit no tu sâs plui ce che a vuelin dî lis peraulis..."
Alore o ai cjolt il De Mauro e o ai cirût cheste peraule...
Cuant che o ai viodût il risultât mi è passât il sconfuart e mi è vignût un suspiet... e mi soi fat une ridade, par no metimi a vaî.