07 ottobre 2007

Domenie ricuardant pre Antoni Beline

Cualchi zornade indaûr us ai segnalât il blog di Marino che al presente cualchi cerce des intervist che al à fat a pre Toni. Vuê us met achì lis ultimis peraulis che o vin sintût di pre Toni: il so testament spirtuâl.
Se dopo o volês ancje viodi cualchi pirule des sôs intervistis, fracait i links chi sot:

pre Toni in pirulis 1

pre Toni in pirulis 2

Lu dîs simpri e no mi stufi: plui al passe il timp e plui si sint che la sô vôs (libare plui de mê) e mancje!

video

22 commenti:

thermonuke ha detto...

Libare plui de mê.....
Superego al colpis inmo!
Puar pre Toni, no l'è che tu i vedis fat un gran compliment vidude le grandece moral e inteletual che tu i testemonis.

Ma pardabon setu veramentri libar?
O setu dome dispetôs ancje se tu pais di persone?

Dopo el salt de cuaie,

dopo le foto di Zonte Zucjat e DeSabata (che tu as scugnut circostanzia par corete informazion conche dome dis dis prim tu davis lezions MV),

dopo le interogazion dai gjats ,

le letare solidal al Sindic dai cjaf trops plui cozzi che tu spietavis di lei par di le to disaprovazion

dopo les illazions sul gnuf cjaftrop (ma lu veiso o no?)
il riferiment a deliris e a ve reson di ve pontat i pits?,
adiriture ve augurat ae CDL e a Edi Snaidar di decidi di corse...

E vin dome vut el to coment sule mozion pe lenghe e, seben stiçiat a rispuindi ancje di me, j unics coments vignus fur, vonde neutris vidudis les premessis/promessis a son stats chescj?; tu as preferit volta le atenzion sule pro-loco cun t' une polemiche "indirette" cule Garzitte.

E alore cuale ise le conclusion?

Che, par slargja le metafore che tu as tacat, come i plevans, si po ancje fa des predicjes fuartes, si po sedi plui o mancut libars (e bogns) di manifesta el pinsir ma ae fin, si e dentri di une glesie e cuindi si a simpri el dove di obedience al Vescul.

Par chest ancje tu tu tasis conche ti ven domandat di falu!

Cence rancor.

Christian Romanini ha detto...

Mandi Thermo,
mi fâs plasê dute cheste atenzion.
stant che tu mi fasis la morâl mi permet di fâ cualchi precisazion par fâti viodi i prejudizis che tu âs tai miei confronts.
Chestis a son lis peraulis dal president de Societât Filologjiche tal congrès di Feagne ai 30 di Setembar: Il 2007 al podarès duncje jessi ricuardât tant che un an pe incressite de nestre lenghe e de nestre identitât.
Dome cussì si pues jemplâ chel vueit che il Friûl al à vût in chescj ultins mês pe pierdite di inteletuâi di spessôr.
O fevelìn di pre Toni Beline, mancjât ai 23 di Avrîl. Une vôs libare, un plevan dal popul cetantis voltis cuintri curint, anticonformist, ma propit par chest rispietât e benvolût in dut il Friûl: nol è un cas che il dì dal funerâl la glesie e jere plenone.
Ancje se pre Toni nol jere simpri tenar tai confronts de Filologjiche, Filologjiche e rispiete ce che al à fat chest plevan coerent cu li sôs ideis e che nus à lassade une opare di fonde: la Bibie voltade par furlan.

Christian Romanini ha detto...

Come che tu viodis, il riferiment no lu ai fat jo: jo o vevi dome let il discors e cuant che o ai fat il post, o vevi iniments chest passaç. Po dopo tu tu i âs filât parsore parcè che forsit no tu savevis di chest e duncje tu sês scusât. Mi fermarès achì, ma o preferìs fâ ancje cualchi altre precisazion...

Christian Romanini ha detto...

Su la cuestion dal consei, o volevi publicâ lis delibaris, ma inmò no lis ai e probabilmentri, cumò che no soi cjâfgrup, no mes mandaran plui in automatic come fat fint cumò.

Christian Romanini ha detto...

Sul salt de cuaie o resti dal parê che lis robis no mi son claris: vie pal consei ognidun al à dit la sô, cence nissun dibatiment e la robe si è studade li.
Nissun mi à interpelât su la cuestion ni prime ni dopo e duncje no tu puedis fâ un procès aes intenzions.
O soi dacuardi cul Vicesindic Ciani, cuant che al dîs che dute cheste vicende e lasse amarece pe iniziative cjapade di Zucchiatti, che al à tirât dentri il Sindic intune vicende pardabon scualide. O speri che ce che il sindic al à dit tal consei precedent anunciânt gambiaments te zonte, al sedi mantignût. Se nol ven rispietât chel document che jo o ai scoltât pe prime volte in consei, come ducj, cence domandâ nuie (ancje parcè che no mi interesse nuie di vê: no soi in vendite) alore, dopo mi compuarti di conseguence.

Christian Romanini ha detto...

La parentesi no le ai capide e no mi interesse nancje capîle.

Christian Romanini ha detto...

Sui gjats, no viôt nissun dispiet anzit: e je coventade ancje al sindic par fâ une precisazion.
Isis e veve dit che chê stanzie e jere risiervade al sindic. Zonta al à dit che invezit il rapuart al è stât concuardât cu la Associazion Amîs di Sant MArtin che e à in afidaments i locâi. Il sindic al veve fevelât cun lôr e i minôrs a jerin tutelâts in cheste maniere. Ergo la interogazion e je coventade a fâ lûs suntun aspiet che al podeve provocâ cualchi probleme.

Christian Romanini ha detto...

La letare firmade di Tuti, Michelutti e Cozzi le ai domandade plui voltis ai firmataris. O cjapi at che no me àn dade.

Christian Romanini ha detto...

Dut câs il contignût nol è stât condividût cun me e duncje cozzi e chei altris doi no fevelin a gno non. Se la robe e torne in discussion e mi domandin ce che o pensi, in chê volte o disarai ce che o pensi.

Christian Romanini ha detto...

Su la cuestion dai deliris e di tignî la posizion: beh, cjât thermo o soi trancuil cuant che ti dîs che se al è un che nol delire e che al à simpri tignude une posizion coerente al è propit chel che tu tu clamis dispetôs. Ven a stâi il sotscrit. E ca di cualchi zornade tu varâs inmò cualchi conferme se no ti baste ce che ti dîs jo.

Christian Romanini ha detto...

O ai metût premure a Edi e ae Cdl? Beh: tu mi dâs la ocasion di ribadî il conciet. Plui il timp al passe e piês al è.
Cun di plui, cumò cul casin che al è vignût fûr cu lis dimissions di Strassoldo, dal sigûr la sielte di Edi e je inmò plui dificile par lui. Acetaraial di cori cun dut chest casin? mmm... no sai. Dal sigûr dut chest nol jude: sedi che al disi di sì sedi che al disi di no. Parcè che o sin tarts.

Christian Romanini ha detto...

Jo no soi in polemiche indirete cu la Garzitto: o dîs a clâr che su diviersi robis no à gjestît lis situazions come che secont me e veve di fâ. Altri che polemiche indirete: la mê e je une critiche direte a cuestion circostanziadis. Se po tu âs voie di montâ sù une polemiche pretestuose, tu ti metis sul stes plan di chei che si ofindin se ur ven fate une critiche. e chest un pôc mi delût, parcè che ti crodevi di un nivel plui alt... cence rancôr, ma o scuen dîtal

Christian Romanini ha detto...

Par sierâ, cjâr thermo, ti ringrazii par vêmi dade la pussibilitât di fâ un tic il pont de situazion e par vê une conferme che dal spes tancj a filin parsore cence vê la obietivitât di cjalâ i fats, ma cirint simpri il lôf che al met i pericul la serenitât di paîs. e tu tu sês tra chescj se tu âs pardabon volût stiçâ la polemicute.
Fint che no si rivarà a resonâ in maniere serene, ancje magari alçant il nivel dal confront, ma si continuarà a f¡a barufutis cirint di meti lis personis une cuintri chê altre, inventantsi cuissà ce complots, il nestri paîs nol cressarà e o restarìn a pierdi timp invezit che risolvi i problemis.

Christian Romanini ha detto...

Cence rancôr, ma cun delusion

Christian Romanini ha detto...

jo egocentric? se un tic no lu fos, no mi sarès metût in politiche, no varès viert un blog. Ma ameti i miei limits, no pensi che al sedi un difiet. Baste cjapâ cussience di vênt e cirî di miorâsi. Invezit al è plui di cualchidun che al pense di jessi simpri te reson e di fâ simpri dut just. I fats a dimostrin che no je cussì.

Christian Romanini ha detto...

Mi soi dismenteât dal discors dal cjâfgrup: mi sa che i cercli si strenç.
Jo no torni indaûr.
Gaggiano al è lât par so cont, simpri che nol gambii idee.
Casciano al à tornât a cjatâ la strade di cjase, ma tal ultin consei nol jere. O spieti di lei un document formâl.

thermonuke ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
thermonuke ha detto...

Oh finalmentri ti ai dismot!

O sclariss dome dos robutis:
1) no ai intindut ufindi le figure di Pre Toni, no lu cognossevi, ni lu cognoss avonde, e no mi permet judizis, o ai scoltat alc di lui, ancje el so salut che tu as mitut tal post, e no pues sedi cussi banal di mancjai di rispiet, lu riten di une grande fuarce inteletual ancje se, su certis robis o ai za vut mut di di che o discuardi adimplen, come sul "tramaj dal stat talian", ma no l'e l'argoment che o stin discutint.

2 E aj titrat fur el superEgo dome parce tu as dite plui libare de mè, metint a confront dos robis (le to vos libare e le so) che no son confrontabil parce su doi plans completamentri difarents (un poc come te foto des dos pacares li che tu as vioduti le creazion no;-)) e, dut cas no mi par che fos tal discors di Pelizzo, quindi no sta stracapi.


3) Dut comuncue al ere voltat a domanda parce dut chest silenzi.

4) Che ti mancjin les informazions francamentri lu dubiti, no parceche o ai prejudizis ma parceche in altris ocasions tu as demostrat di ve le "furtune" di save lis robis prin di altris cuindi no sta fami l'anime candide che nissun ti a dit o dat che o fas fadie a crioditi.

5) Le parentesi e merte spiegade par evita fraintindiments:
conche e je scopiade le fufe des falsis primaries, sul blog dal On. Tondo, (o vevi fat el link) al a scrit un post secjat cul gjornalist che al mitut sul MVeneto le notizie cules fotos dai 5 candidats: che di Tondo dongje un dai mui che al a inventat el zuc.
Lui si e (justamentri) secjat parce subdolamentri le foto e insinuave alc di no ver e tu tu j as dade superreson. Dopo tu as spietat che CZ LDS e AZ si sentin dongje e zachete, tu ses colat tal stes sbalio (ma o ai ancje dit che tu as fat amende dal eror e dut cas bon paparazzo...).

4) Sui deliris ti crot ma mi spietavi mancut silenzios di te, ma o sai che tu fasis cussi par fa plui biele le sorprese :-D

5) Sule cuistion de candidature di Snaidar mi sa che tu as reson lu vevi inserit dome par diti che dopo ve tabajat un poc di dut, ultimamentri no tu disis cuasi nuie.

6) Mi someave che le Garzite ti ves agredit sule cuistion dal furlan no sules cuistions cu le Pro Loco, cuindi el to scoop lu interpreti come un tiraju dentri parce "no nome jo o ai vudes delusions di je".
No contaran masse i coments ma ancje i prims doi alore e son dai bas polemics come me... bon cjapi at.

7) Pal cjaf trop di ce che tu nùmi disis al sara inmo di ridi...

Dut cas o continui a pensa che robis di scrivi tun varessis e tantis che ti piccin les mans ma no tu puedis.

Eco le MEtafore de obedience al "vescul" se chest ti delut pazience.

(e finisile cule storie dal lof trist che par une volte no pensavi a lui).

Christian Romanini ha detto...

Su pre Toni al è fûr di discussion il paragon: o ai dome metût dongje lis paraulis dopradis dal president de Sff e il titul dal gno blog. Il rest tu âs fat dut tu.
Su la "anime candide": no ai dit che no ai info: o ai dome dit che la letare di cozzi le ai domandade a chei che le vevin firmade e no mi àn dât une copie. E je al protocol e mi rangjarai a cjoli une copie, ma o cjapi at che dopo diviersis setemanis no LÔR no me àn dade. E a varessin di fevelâ ancje par me? no crôt propit.
su is delibaris, no fâs la vitime: o crôt di cumbinâle distès.
Su la metafore dal vescul, no je cheste che mi delût, ma un ategjament che o ai viodût in tancj e che cumò o viôt in te. La parabule dal lôf, no jere riferide a la persone che tu disis tu, ma le ai viodude riferide a mi: chel che al fâs dome dispiets.
su la foto e la robe dal MV nol sta in pîts il paragon. Jo la precisazion le ai fate parcè che al jere just fâle tal rispiet des istituzions e des personis. Il Mv invezit no mi risulte che al vedi fat precisazions e la foto di tondo cul fantat e je stade taiade in maniere faziose: o spieti smentidis se no je vere.
e la delusion a reste, parcè che ciertis robis che tu âs dit no sta in pîts. Se la cuestion che mi picin lis mans: stant che ce che si scrîf al reste, il blog mi à insegnât che tu âs di scrivi in maniere corete e no trai. cussì si evite brutis figuris: invezit a peraulis plui di cualchidun al trai monadis cence pensâ. no je la mê maniere di fâ.

thermonuke ha detto...

Ultime precisazion:
Sul discors dal MV no ai di fa smintidis o aj dit: si e (justamentri) secjat....le foto e insinuave alc di no ver... e tu(o zonti, juastamentri) tu j as dade superreson (o zonti, ancje jo o ai scrit alc in merit) Dopo tu as spietat che CZ LDS e AZ si sentin dongje e zachete, tu ses colat tal stes sbalio (une foto che faseve intindi alc di no ver, che i tre e fossin a sagre insiemit conche lu ere dut el consei comunal) (ma o ai ancje dit che tu as fat amende dal eror e dut cas bon paparazzo...)
El esemplit dal blog di Tondo al steve a di:
cun t'une foto si po ancje fa intindi robis che no si scrivin, (no veres), tu stes tu lu as marcat, ma dopo tu ses sbrissat tal stes sbalio (ma ti ti ses ancje coret).

Dut li.

Nontiscordardime ha detto...

Si evince quindi che Lei si sia occupato di cresita del paese tralasciando i rancori e le questioni personali; per sola chiarezza verso i suoi lettori, può farci qualche esempio concreto?

Sulla polemica da lei enfatizzata tra l'Ass. Garzitto e la Pro Majano, conveniamo con lei che non sia il caso di farle la morale, questa va fatta alla Pro Majano che si fa usare per le sue questoni personali, anzi come ama chiamarle lei "di crescita del paese".

Christian Romanini ha detto...

Par nontiscordardime

o eviti di fâ la liste di ducj i ordins dal dì che o ai proponût al consei comunâl e che a àn otignût la unanimitât, par ricuardâ che a nivel operatîf un conseîr comunâl al à un tic mancul pussibilitât di movisi rispiet a un component di zonte.

mi jere plui facil lavorâ cuant che o jeri in zonte e tra lis ultimis robis che o ai fat al è stât di viodi de istituzion dal Informezovins, un servizi pai citadins plui zovins dal Comun li che si puedin cjatâ informazions su scuele, universitât, formazion, turisim e dut ce che al covente pe cressite des gnovis gjenerazions.

tal stes periodi o ai metût dongje i elements pe istituzion dal Sportel pe Lenghe furlane che al è stât metût in vore tal 2007, suntune domande di contribût che e jere stade fate (mi semee) tal 2004 o tal 2005 (scusait ma cumò no mi visi di precîs: dut câs o jeri inmò in zonte).

o speri che a sedin i esemplis concrets che mi domandave.