28 gennaio 2010

33, i agns di Christ...ian

Po ben, a son rivâts ancje chescj... E stant che plui di cualchidun al à tacât ancje a fâmal presint, o cjapi spont de batude par fâ une riflession in teme... No je mê, ma o pensi che e sedi buine par ducj: "Ognidun al à la sô crôs, cui che le puarte e cui che le strissine".

Ah... mi dismenteavi di une robe: grazie pai auguris!

8 commenti:

DoneBete ha detto...

Dipo, Christian, ti sono costadis trop lis cjandelutis par vê sparagnât cussì tant su la torte?
Augurons e ogni ben!
Gjovane

Jaio Furlanâr ha detto...

Po ben, come che tu mi âs bielzà ringraciât, a nol sarès ben di no fâcji i auguris. A nol impuarte tros agns ch'a tu fâs, a si é simpri vecjos avonde:-)

ILfurlanist ha detto...

AUGURONONONONS!

Sandri ha detto...

Augurons!!!
Ocjo che jo o soi za passât par chê esperience e dôs setemanis dopo e je lade a finîle che mi soi maridât!
Âstu cualchi novitât?

gelostellato ha detto...

auguris!!!
vino di preparâ une crôs? :)

MArco ha detto...

Auguri!!

la Morete ha detto...

In ritart, ma miôr tart che mai! Augurons!!!!

Giovanni Urban ha detto...

Anche se in ritardo, tanti auguri Christian!

P.S.: Oggi compie 1 anno anche la rubrica damistica che anche grazie al tuo contributo ha avuto inizio..