16 gennaio 2008

A vore

Vuê o soi tornât a vore dopo de malatie. Al jere un biel toc che no stavi tancj dîs a cjase malât. E cumò si torne a partî: o amet di vê la furtune di fâ un mistîr che mi plâs.

3 commenti:

ninine ha detto...

E jere ore!!!

fotorf ha detto...

jere ore :-)
magari tu butis ju qualchi chilo :-)
Bon lavor Paesan !

Christian Romanini ha detto...

ehehehehe!