12 ottobre 2008

Une mail di un ciert Aldo

Al è di cualchi zornade che o tignivi di voli il scandai sul restaur dal Ospedâl di Sant Zuan a Sant Tomâs. Usgnot, pôc prime di mieze gnot mi è rivade cheste mail te casele di pueste eletroniche dal blog: blogromanini-at-gmail-pont-com.
"Signore, non ci conosciamo perchè non sono di Majano ma ci abita una mia cugina che giovedì 10 ottobre verso le 11.00 mi ha chiamato per segnalarmi un improvviso quanto anomalo andamento nelle votazione sul referendum da lei indetto. Sono entrato nel suo blog, ho capito di che cosa si trattava ed ho provveduto ! Vede, se l'intedimento era quello di manipolare a suo favore l'esito del referendum, una persona intelligente avrebbe spalmato il proprio intervento nei sette giorni di validità del sondaggio. Alla fine tutti l'avrebbero preso per genuino. Invece ha voluto strafare credendosi il più furbo di tutti. Evangelicamente voglio ricordarle la massima che dice: non fare agli altri quello che non vorresti che venisse fatto a te. Le serva di lezione per il futuro ma se il q.i. è questo ........Saluti Aldo"
O speri che si trati di un scherç e a son tancj i elements che di cheste mail mi àn fat ridi.
Ma purtrop mi à ancje dât la conferme che fevelâ in maniere vierte tal gno paîs al è un travuart une vore lontan.
Po ben, ce che al podeve jessi un moment di confront libar suntun argoment che al à jemplât e al jemplarà lis pagjinis de cronache locâl, al è lât sù pai stecs e ducj o vin di ringraziâ l'autôr di cheste mail (che tra l'altri al dopre une direzion di pueste eletroniche avonde suspiete par visâmi...). Un grazie ancje a sô cusine (se esist...) pe atenzion che e dediche a chest blog: magari i à za tornât a telefonâ...
Il siorut mi ripuarte une citazion evangjeliche, ma jo, che mi riten om di popul e no masse adat a fâ predicjis, mi limiti a rispuindi che "cui che al à il suspiet, al à il difiet".

30 commenti:

Michele ha detto...

Ma cemùt si spieghial il fàt che jo o ai podut votà 2 voltes "no sai"?? L'esit di chest "referendum" par me nol a nissun valòr....

furio la furia ha detto...

supo su michel!
da che mondo e mondo i sondaggi in rete sono taroccati.
Credi forse che Zucchiatti sarebbe stato votato migliore della giunta senza un aiuto?
questa volta però mi dispiace perchè non vedevo l'ora di dire "alla fine avevo ragione io"

Luca Peresson ha detto...

Mah, Furio, non so cosa pensare.
Ricordo che a Toronto dimenticai la macchina fotografica in un locale pubblico durante un momento di forte afflusso. Ritornato oltre un'ora dopo la trovai nel posto in cui l'avevo lasciata.
Secondo me non è l'"occasione" a fare l'uomo ladro ma il viceversa.

E' vero che i sondaggi si possono taroccare, diverso è dire che i sondaggi "sono" taroccati.

E poi penso che credere, come scrive il signor Aldo, che il gestore di un blog lanci un sondaggio e contemporaneamente lo tarocchi sia -francamente- surreale.

Christian Romanini ha detto...

O ringrazii luca pal intervent. po dopo o fâs presint che la robe che mi à fat plui câs al è chest ategjament di aldo che al sosten che "lui al à subit capît"... secont me al à scuvierte la aghe cjalde stant che o vin visât ducj fin dal prin scandai che la funzion di blogger e veve chest problemut e che i scandai a podevin jessi "drogâts". ma propit parcè che o vin simpri zuiâ sot de lûs dal soreli, o vin simpri fat afidament sul bon sens e la onestât inteletuâl dai partecipants. Ma cheste volte cualchi partecipant nol è stât cussì onest. par furtune che a son intervignûts il siôr aldo e sô cusine.

Christian Romanini ha detto...

a proposit di chest aldo
ve ca altris emails che mi à scrit

Che faccia tosta, ha ragione mia cugina per come la descrive. Lei era da qualche giorno che teneva d'occhio l'andamento delle votazioni eppure non si era accorta che improvvisamente, da una situazione stagnante da tre giorni, il venerdì, a partire dalle 7.50, i 15 voti favorevoli sono passati ad oltre un centinaio. E tutti i successivi violenti scarti di voti da una parte e dell'altra che non le saranno certo sfuggiti erano regolari per lei ? Se non avesse avuto il difetto avrebbe comunicato subito sul blog le sue perplessità ed annullato la consultazione. Invece sarei stato io a farla fallire. Ma andiamo signor Romanini chi vuole che la beva.
Saluti
Aldo

Christian Romanini ha detto...

e cheste je la tierce

Che faccia tosta, ha ragione mia cugina per come la descrive. Lei era da qualche giorno che teneva d'occhio l'andamento delle votazioni eppure non si era accorta che improvvisamente, da una situazione stagnante da tre giorni, il venerdì, a partire dalle 7.50, i 15 voti favorevoli sono passati ad oltre un centinaio. E tutti i successivi violenti scarti di voti da una parte e dell'altra che non le saranno certo sfuggiti erano regolari secondo lei ? Se non avesse avuto il difetto avrebbe comunicato subito sul blog le sue perplessità ed annullato la consultazione. Invece sarei stato io a farla fallire. Ma andiamo signor Romanini chi vuole che la beva.
Saluti
Aldo

Christian Romanini ha detto...

gambiant discors e inzornant la rassegne stampe, us zonti une letare che e je stade publicade plui voltis su diviers gjornâi (cheste e je dai 8 di Otubar sul Gazzettino):

Tutti quei soldi per i resti dell'ospedale

Diverse le reazioni dei majanesi alle notizie riportate dalla stampa sulla decisione dell’Amministrazione di investire circa 5 milioni e mezzo di euro per il recupero dei resti dell’Ospedale San Giovanni a San Tomaso. C’è chi ne è entusiasta perché, fra l’altro, vede il mezzo per rivalutare l’immagine Majano e chi ritiene si tratti di un’avventura finanziaria. Sono fra questi perché, a fronte di una spesa prevista di 3 milioni e mezzo di euro che dovrebbero essere sborsati dalla Regione (1 milione già deliberato), saranno a carico del Comune altri 2 milioni circa per interessi rateizzati in venti anni. Significa che, ogni anno e per i prossimi 20 anni (probabilmente molti di più), in bilancio si aggiungerà il costo di circa 100.000 euro che rappresenta la metà di quanto attualmente l’Amministrazione può disporre per interventi al di fuori delle spese correnti. Senza considerare che, dopo questa operazione, sarebbe tecnicamente difficile ottenere nuovi mutui e che, già dal 2009, ci saranno meno entrate per i Comuni. Coloro che ambiscono a succedere nella guida di Majano sappiano che saranno pesantemente condizionati e non potranno fare quasi nulla. È stato scritto che ben altre sarebbero le priorità (condivido)! Ho inviato due lettere all’assessore Garzitto facendo presente le perplessità e suggerendo di sentire il parere dei cittadini con il ricorso al referendum previsto dallo statuto comunale, la cui spesa sarebbe giustificata. Sempre sull’ipotesi referendum ho incontrato il vicesindaco Ciani, che è parso condividere in parte le mie obiezioni, ma si è detto preoccupato per un eventuale esito negativo che, secondo lui, causerebbe la perdita del milione già stanziato dalla Regione in quanto non trasferibile ad altre opere pubbliche. Gli ho spiegato che si tratta di una preoccupazione relativa perché, come avvenuto per altri comuni, il problema sarebbe risolvibile. Ho inoltre sottolineato che il chiamare gli elettori a pronunciarsi costituirebbe un segnale di vera democrazia che accenderebbe il loro interesse. Se la maggioranza è tanto sicura che la spesa di 5 milioni e mezzo di euro sia utile al paese più di altri interventi lo spieghi ai cittadini e si affidi con fiducia al loro giudizio attraverso il referendum. Se, invece, hanno paura del loro responso allora... Però dovrebbero precisare in quali circostanze intendono ricorrere al referendum se non per un progetto da quasi 11 miliardi di lire che è il più elevato del dopoguerra! In alternativa potrebbero deliberare la donazione del sito di San Tomaso alla Regione che, se corrisponde al vero quanto sostengono gli ottimisti, stravede per quei resti e, quindi, non dovrebbe avere remore ad accettare. Presumibilmente l’intervento avrebbe tempi più brevi e senza costare un euro al Comune oltre a quanto già speso per l’acquisto del terreno. Conoscendo la tendenza a considerarsi infallibili di chi governa Majano, sono purtroppo sicuro che non ci saranno né referendum né donazione, ma la minoranza di Intesa per Majano che dice? La voce dell’opposizione su questa e altre questioni è apparsa talmente debole e di routine che qualcuno ha suggerito l’idea di interessare la trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?” Fausto Floreani Majano

ninine ha detto...

la tierce mail e je compagne de seconde... =/

Christian Romanini ha detto...

mandi Ninine
eh sì, aldo al va çuet di chê bande: se nol ripet, nol è content... cussì cu la votazion, cussì cu lis mail ;)

furio la furia ha detto...

luca non è dato sapere chi ha taroccato anche perchè chiunque può falsare una votazione senza troppa fatica.

anche un solo sostenitore o detrattore della ristrutturazione , indipendentemente dalla sua posizione di webmaster o utente X, può facilmente modificare i risultati.

io dico che la semplicità con cui si può agire sull'esito finale di un sondaggio costituisce una grossa tentazione per chi vuole farsi due risate.

il resto è tutta "scuola di malizia" per cui congetturare riesce facile a ogniuno.

se poi a Toronto non ti hanno rubato la macchina fotografica può voler dire che era vecchia o che nessuno l'ha vista, fossi in te io eviterei esperimenti atti a sostenere le tue teorie sull'onestà nord americana.

ribadisco comunque il mio dispiacere per non averti potuto dire che avevo ragione e che abbiamo risparmiato i soldi del referendum...

Christian Romanini ha detto...

Duncje il scandai al è rivât a la fin.
Come che o viodês ancje des mails che mi son rivadis, al è sigûr che cheste consultazion no je valide: il siôr aldo, tant inteligjent, grazie a sô cusine, tant inteligjente ancje chê, al è intevignût sabotant l'esit de votazion. E je une sô stesse amission.
Cun di plui mi à acusât di jessi disonest stant che o varès tarocât i risultâts, parcè che secont lui o varès voltât plui voltis a pro dal restaur.
Po ben, îr di sere o ai savût parcè che di joibe in ca a jerin cressûts i vôts a pro. Une persone si è ativade visant un grup di amîs e ju à invidâts a votâ a pro: un grup di personis che a son stadis in visite al sît e che a son pardabon convintis de impuartance dal restaur di cheste struture.
Chest scandai mi à insegnât però plui di cualchi robute.
Prin di dut che ma mame dai triscj e je simpri plene, come che e je simpri plene la mame di chei che a àn prejudizis e che a viodin atentâts daûr di ogni cjanton.
Jo no sai se aldo e sô cusine a esistin, se si clamin cussì.
Ma lis mail che mi à mandât a piturin in maniere perfete une personalitât che e à cualchi problemut, parcè che i fats lu àn smentît in maniere clare e nete: il so suspiet lu à puartât a butâ par aiar une ocasion. Grazie.

Christian Romanini ha detto...

Une altre robe che o ai imparât, ancje se plui che un gnûf insegnament e je stade une conferme: in paîs plui di cualchidun nol à ben clâr ce che al significhe vê un spazi viert pe discussion.
O ai ricevude une proteste a vôs alte e mi è stât domandât cemût che mi soi permetût di fâ une robe dal gjenar.
La persone che lu à fat, mi à ancje dit: "Tu che tu ti RITEGNIS om di culture tu fasis une robe dal gjenar? Ce volevistu otignî? Dulà volevistu rivâ?"
Po ben, us sparagnis di publicâ il non di cheste persone (ancje parcè che o riten che al è miôr evitâi un sputanament dal gjenar... dopo dut o rispieti lis personis e no pensi che e merti di jessi metude a la berline!), ma i ten a rispuindi come che o ai fat îr: La mê finalitât e jere dome chê di creâ un moment di confront.
O ai simpri sostignût, dal sigûr tra i prins la bontât di chest progjet di restaur. Tal blog al reste dut e o podês cjatâ cemût che le pensi. Ma la robe plui impuartant e je che o soi coerent ancje tai ats uficiâi, tai fats e no dome a cjacaris.
E propit par cheste coerence no ai vude pôre di frontâ la discussion. Isal chest il probleme fevelâ?
Isal superficiâl?
Forsit ridusi a un "sì" o un "no" al sarà semplicistic, ma al è tipic dal imprest.
Ma la stesse persone mi à dit che "no tu vevis di permetiti di fevelâ". E chest ce vuelial dî? Jessi superficiâi? Magari no, ma mi palese une debolece pardabon avilente di cui che nol è usât al confront e che nol à voie di jessi metût in contradizion. Stant al resonament di cheste persone, ametìn che jo o sedi superficiâl, ma ta chest câs o preferìs jessi definît cussì, ma di une persone che e pense cussì no pretint che mi capissi, parcè che mi rint cont che no vâl la pene pierdi timp a spiegâi ce che al è il confront.

Christian Romanini ha detto...

Par sierâ, che dopo o ai ancje di lâ a vore, o pensi che su argoments cussì impuartants al sedi necessari informâ il plui pussibil la popolazion parcè che la int e à il dirit di cognossi il so teritori e ce che la aministrazion e intint fâ par valorizâlu: e chest recupar di Sant Zuan o pensi e soi simpri plui convint che al sedi un pont cualificant de azion aministrative.
Fevelâ nol à di jessi mai considerât un probleme.

Christian Romanini ha detto...

Inmò une mail di Aldo che al tache cuntune mê citazion

"Po ben, îr di sere o ai savût parcè che di joibe in ca a jerin cressûts i vôts a pro. Une persone si è ativade visant un grup di amîs e ju à invidâts a votâ a pro: un grup di personis che a son stadis in visite al sît e che a son pardabon convintis de impuartance dal restaur di cheste struture ".

Signor Romanini, dei suoi numerosi commenti mi ha fatto molto piacere il passaggio che ho sopra riportato perchè finalmente tutti i visitatori del blog adesso sanno come sono andate realmente le cose. Guardi che io sono d'accordo con la sua versione dei fatti perchè quando le scritto " ho capito di che cosa si trattava ed ho provveduto" mi riferivo proprio all'anomalo afflusso di voti pro a partire dalla mattinata di giovedì conseguente alla coda di visitatori che si era formata presso il sito e non ad altro. Allora anch'io ho provveduto avvisando un gruppo di amici che, dopo essersi precipitati a prendere visione dei reperti archeologici, hanno votato in massa contro. Siccome centinaia di voti a favore e contro si sono alternati più volte nei giorni successivi, presumo che altre persone siano accorse in quel di S. Tomaso per poi accomodarsi sui computers. Sono certo della sua sincerità quando confessa di averlo saputo solo ieri sera. Pare che polizia municipale, carabinieri, polizia stradale ed i volontari della Protezione Civile abbiamo avuto il loro bel da fare a regolare il traffico nei due sensi di marcia. Mi dicono anche che alcuni irriducibili ieri notte abbiano esagerato con le libagioni offerte dal personale del Comune e che, questa mattina, siano stati trovati ubriachi fradici. Spero che vengano perdonati perchè , pur esagerando, volevano solamente festeggiare una vittoria conseguita dopo una leale battaglia. Pertanto non corrisponde al vero ciò che lei ed io abbiamo maliziosamente pensato e cioè che la consultazione fosse fasulla. Ritiro l'insinuazione di essere stato lei il manipolatore ma le sarei grato se facesse altrettanto. Certo alcune centinaia di voti, pur essendo regolari, sono stati un po' forzati dagli amici, ma la sostanza non cambia perchè si tratta pur sempre di voti meditati. Ma quali taroccamenti ? Certo non saranno tutti di Majano ma, grazie al referendum, il sito di S. Tomaso ora è più famoso che mai. Una precisazione: non vedendola pubblicata e nel timore che non l'avesse ricevuta le avevo inviato due volte la seconda mail.
Saluti
Aldo

thermonuke ha detto...

Bon, cumo che ducj si son sfogats mi tochje di le me ancje a mi.
Ancje par fuga el dubit che di cualchi bande mi è rivat che il “manipolator maximo” o sedi jo.
Mi splaas ma con che i conts e an tacat a la su, vinars e sabide o jeri vie par lavor.

Partin di lontant par cui che al e mancut pratic:
i scandais, di google soredut, e son manipolabi al jere za suciedut tes primaries on line, conche el candidat in pectore al jere Edi Snaidar mentri te indecision si faseve indenant le candidature di Tondo, Christian tu ti visis ben che tu as ancje scrit parsore.

Ciert, tu disis di conta sul bon sens di cui cal votave, ma chest no ti asolf dal dut, tu as vonde congosince par linka scandais su sits un tic plui afidabii, a meno che, ma cheste e je une tristerie, nol fos stat prudent lassa une puarte vierte o a une justadine in cas di risultats masse a cuintri, o fa saltà el banc se fos lade propite cussi mal.

Parce viodio i spirts? Ma parceche al jere matematic che i toi no saressin lats in brut di gjugjulis a save che tu saressis lat daur de provocazion di Fausto Florean conche dutte le magjorance si e sierade dentri un stret no comment (pa la serie, metin el cjaf tal savalon, che cussi non nus viodin) e ancje le menorance nol e che cori ator pe place sberlant “Eureka, eco le soluzion!” no?

E cumo che tu mi disis che tu lesa s sintudis tant che Pitac di un sior beh no sai cui che al e ma nol e dificil pensa che Loftristankamon al sedi incazzat come un Faraon o che chel che al a dat une dreciade ai aspirants saltadors di cuaie ti vedi dade une lustrade di pel par ve dat eco al malumor e ai rumors di place che cheste letare e a puartat ale ribalte.
(…e che al ere mior fa finte di no lei i gjornai come chei che fasin finte di no leiti el blog).

Jo par sedi inmo trist o dis che chest Aldo no sai cui che al sei ma di sigur ti a fat un plase, ti a fat slata el banc gjavanti dai fastidis e che mi vedi scrit ancje tes mail di thermo mi puce un tic di stiç.


Alore par tornà ales primaries o ai notat une analogje e une claf di leture difarente:
tes primaries on line, si steve t’un moment delicat li che Edi Snaidar al tacave a mostra calchi titubance e che al tacave inmo scomodamentri a vigni fur Tondo.
O ai buines informazions par di che il scandai al e stat fat saltà par “resons di partit” par pore di fa cjacara ator di un probleme che in chel moment nol veve di esisti.

Pal Mausoleo di Loftristankamon di San Tomas distes, e mancjin certeces di entrades, e son dubits sul investiment el rumor de place al aumente e adiriture al e un che al berghele sui gjornai che al ul un referendum o une donazion e tu tui das cuarde. Bisugnave ribalta el taulin prin che al fos tart!.

Ae fin tu as reson , i sacndais e van cjapats come che son, vers o tarocats che sein e dan comunque un risultat: tigni alts i tonos dal dibattit ae muse di chei che si refudin di tabajant o e varessin di gran lungje mior sbassa el volum al minimo.

Quindi come te ma cun oppostes convinzions o soi sigur che tigni informade le int, ben e cun veres informazions al judara a cjapa at di ce che al val chest intervent veramentri : ergo tu as fat un plase ae cause. Forsit par chest però i toi no son contents!!!!

thermonuke ha detto...

E cumo ti conti i pei tal cul!!

La frase incriminade e je:
Po ben, îr di sere o ai savût parcè che di joibe in ca a jerin cressûts i vôts a pro. Une persone si è ativade visant un grup di amîs e ju à invidâts a votâ a pro: un grup di personis che a son stadis in visite al sît e che a son pardabon convintis de impuartance dal restaur di cheste strutture

dopo, tai risutats dal scandai tu disis (un grump in bas te colone di ciampe dal blog):
Il scandai in argoment nol è valit parcè che par stesse amission di un letôr, al è stât sabotât. Purtrop grazie a chest siorut, che si firme Aldo, o vin pierdude une biele ocasion di confront.

Un moment!

Ce vuelial di?

Al e alc che no mi torne!!!!

Jo no ai cronometrat ogni voto e di ce ore a ce ore come le cusine di chest fantomatic Aldo, di sigur o ai viudut une schirie di votos riva in pocjes ores e che tu mi disis che al e stat un grump di amis?
orpo, e iar di sere tal an dite?
E prime o dopo che ti cridin e ti disin che no tu vevis di permetiti?
E soredut le stesse persone?

Ti ufindares masse se mi apelas ae to tessare di gjornalist e al dove di verifica les fonts.
Però o scugni fati notà che mentri tu as spindut une peraule di difese pai votos a pro tu as fat prest, ferme le tristerie dal coment di prin, a cjapa par bon chest fantomatic Aldo.
Nancje un dubit?

O ai vut tancj agjetifs par definiti ma chel di ingenuo propine mi mancjave:
tu as cjapat su une polemiche e alciat el polveron sul Ospedal fasinlu diventa un pussibli (sperin) problema.
Tu as crodut ai amis che votin a pro
Cuintri e je dome mistificazion….

Se no fos di destre o disares che tu tabais come un di destre!

Ti visi che come te (ma cheste e je vere) domenie o ai savut che un par di persones, une in particolar si e mobilitade cun energie, e an coinvolt cun e-mail une trentine di persones invidantju a vota cuintri e di invida a lor volte almancut atris dis di lor.


Ma e je ancjemo une curiositat che po’ fa vigni cualchi dubit che magari el scandai al e ancje bon, e che tu di espert dal blog tu as trascurat:
tu as ben doi contators e rilevators di connessions che contin tantes robes (simpri un grum in ju te colone ciampe dal blog)
shinystat
al mostre un bon numar di amis soredut vinars

estreme traking al dis che aj amis no ur e plasut dome il sit di san Tomas ma ancje el to visto che e son stats VINARS 510 reloads (ricjaries) cuintri 333 unique visitors, total 843 visites.
Cazzo propit vinars che no eri!

Dai ametin che tu sedis ingenuo e butinle cussi, i amis che tu disis tu e an votat a pro che an stat a viodi dome le gleseute, chei co sai jo e an votat cuintri parceche e an stat a viodi daur.

Co si dis le dietrologie ah!

bertoldo ha detto...

la questione dell' ospedale di san tomaso comunque ed anche con questo "scandai" è sempre più una questione da non sottovalutare.
innanzitutto si tratta di una opera importante per l'esborso (indiretto e forse diretto) di denaro dei contribuenti majanesi e per i vincoli che pone al bilancio esangue del comune.
e' una opera ambiziosa perchè vuole inserire majano in un circuito turistico culturale (inter)nazionale.
perchè allora non discuterne, signor romanini, seriamente e pubblicamente ??
lo scandai comunque ha interessato diverse decine di majanesi, i più informati(ci).
allora perchè non coinvolgere tutti i cittadini contribuenti in maniera serie e serena ??
(p.s. il referendum credo sia improponibile se non da parte della Giunta)

Christian Romanini ha detto...

thermo
ametìn che mi sedi sbaliât. no ai voie di passâ par un che al cîr di justificâsi, ma no pensi di vê scrit nuie di strani: chest aldo al à ametût di vê volût intervignî dopo di joibe e dome parcè che secont lui jo o vevi tarocât il scandai. mi à ancje fat osservazion sul gno cuozient inteletîf. duncje tu podarâs permeti che cualchi dubi mi resti su la validitât di cheste votazion ancje se come che tu viodis, no ai metût dome la mê considerazion, ma ancje il link che al rimande a ducj i coments di chest post. duncje, se si à voie di lassâ spazi a une analisi di ce che al è sucedût, chi si pues continuâ.

Christian Romanini ha detto...

Su la cuistion in se, o pensi che si vedi di sburtâ par fâ cognossi il plui pussibil chest sît parcè al è obietivementri impuartant (ancje se a son tancj denigratôrs). propit par chest no si à di vê pôre di fevelândi, anzit. Cuant che la aministrazion e à fat in prins incuintris publics o soi stât une vore content no dome di fâ une analisi storiche sientifiche dal argoment, ma ancje parcè che a la fin de serade o ai viodude la int che e jere sodisfate, cuasi contente di vê cognossût un sît che al è di secui sul nestri teritori, ma fint cumò al è stât trascurât.
che dopo tal nestri paîs a sedin tancj i problemis e cualchidun al viodi une scjale di prioritâts difarentis, lu aceti, ma no par chest o gambii idee su chest progjet, che secont me al reste cualificant pe nestre comunitât.

ugo ha detto...

Mah, mi sembra una cosa alquanto inutile quando a Majano c'è una scuola che cade a pezzi, la grande incompiuta del cuel dal fum, i due edifici di fronte al campo vecchio (la palestra vecchia e la costruzione di fianco) con il tetto in eternit, i bidoni della spazzatura stracolmi in certe zone del paese e completamente vuoti in altre ecc.
Quindi direi che dapprima sarebbe meglio concentrarsi su problemi che coinvolgono la vita quotidiana dei majanesi e successivamente sviluppare l'aspetto artistico-culturale-storico della nostra comunità.

furio la furia ha detto...

Io ho una domanda: come mai i contrari al restauro oltre a votare si esprimono continuamente a sfavore mentre i favorevoli si sono limitati a votare senza portare le loro ragioni? Nessuna malizia, sono solo interessato a conoscere il punto di vista di quelli che fino ad una settimana fa considerav(am)o una minoranza e che invece pare siano tanti.

thermonuke ha detto...

Furio, mi par che tiu ses stat il prim (secont) tai coments chi sore e si sa le gjaline che cjante...

O utu dimi che sinceramentri tu ti rindis cont di une effettive contrarietat che no tu as prim valutat?

Atu let el link c'o ai fat sore a Shinystat o Extreme Tracking (in bas, in somp, ae colone a ciampe tal blog)? No?

Allore o provi a fa une ipotesi, shinystat, l'è un contator gres ma ti dis crpois pagjinis, post visitats in tal timp.
Vinars passat 600 e passe pagjines.
El scandai al ponte invecit a un sito, cjale l HTML, su google.com, ergo un manipolator al a bisugne di meti el piç a chel archivi mico di conetisi al blog, e un che al vote al mande info t'un sit, mico al visite pagjines? Atu une spiegazion?

Sot l è extreme tracking inmo plui precis eti dis che vinars e son 8cent e passe conesions, 300 e rots di unique visitors (entras une volte) e 500 e rots reloads, (ricariche dal sito).

Quindi 300 ingres unics, 500 rientros, ven a stai une dos voltis par omp e 600 pagjines visitades.

Sares curios se Christian al rivas a viodi crops votos che son jentrats vinars dai dartos dal scandai.

Conclusion
El scandai al e un colegament e un invio di un dato a un altri sito e un voto nol visite pagjines.

Che al sedi un tic mancut taroc di ce che tu crodis?

Un dubit al podares vigniti no?

Ma sicome no tu ses malicios ti sconsei dal continua cul "excusatio non petita..." che tu lu as domandat tu.

A proposite, jo che malicios o soj, o riten che le presince dal Sindic e de Mestre a telefriuli iar di sere a publiciza el Sacri Graal prossim partimoni dal Unesco al sedi alc plui di une coincidence.

Mi imagjini cun ce concitazion si cori a sierà le fale che ingjenuamentri el nestri al a viert, sintinles tant che pitac.

Dut cas o pensi che il risultat dal scandai al sedi chest, no i numars.


Ma sicome no vuei fa l'avocat di nissun, fasin le ipotesi contrarie:
ametin che al sedi un taroc, ti tocje pero cjapa at che chei a pro e son inmo in minorance rispiet a chei cuintri.

E ancje chest al a dignitat di sedi clamat un risutat!

Nomo?

furio la furia ha detto...

diobon thermo, quando scrivi tanto mi passa anche la voglia di leggere...

Nell'ordine: si vede che non hai le galline a casa. Ti garantisco che a cantare è solo il gallo.

Io, sinceramente, mi rendo conto di una effettiva contrarietà che non ho prima valutato.

I calcoli che fai non mi sono molto chiari. Personalemente non ho grosse conoscenze informatiche ma sono in grado di votare più volte un sondaggio come quello appena terminato. Proprio per questo ritengo che far salire i voti come sostiene di aver fatto aldo sia opera che richiede cognizioni superiori alle mie. Io al massimo riesco a ri-votare una decina di volte, poi mi stufo di brutto perchè devo riavviare firefox in continuazione o devo perdermi a collaudare server proxy.

Il mio ultimo post non voleva essere provocazione ma solamente invito alla discussione rivolto a quelli che la pensano in modo diverso dal mio, niente di più.

la risposta alla tua domanda: "nomo?" è "no".

P.S. non ho studiato latino, se scrivevi "Scusa non richiesta, accusa manifesta" era più simpatico.

Michele ha detto...

Ma a ducj vuatris no us passe nuje? Veso di sta a questionà ancjemò trop a chi? (tra l'atri inutilmentri)......

thermonuke ha detto...

Furio, pal latin, nacje jo lu sai, ma no volevi esibimi, tant mancut irritati.

Studin le polemiche ma, ti prei, invidimi a viodi el to gjalinar:
o ai gust di capi se tu as gjai che fasin l'uf o se cjantin contents pes lor feminis ju fasin.

furio la furia ha detto...

rispondo a entrambi: si.

bertoldo ha detto...

L'esercizio di onanismo cerebro-retorico autoreferenziale, sin qui praticato, resta ovviamente sterile.
le opere sul selciato santomasino tra poco inizieranno.
Dobbiamo forse invocare l'intervento deciso di Lady Saio per smuovere le acque ? (leggasi sassi) ??

thermonuke ha detto...

Bertoldo, mi sa che e je in clusure...

no reste che siera le schirie di segons mentai sui numars cun cheste

No son les peraulis ma...

thermonuke ha detto...

ma si capiss...

paccocelere ha detto...

le grandi opere, con i soldi nostri, di qualche assessore provinciale malato di protagonismo. Attila non faceva crescere l'erba dove passava. Questi la coprono con il cemento. Nessuna differenza.